Ana səhifə

Dott. Mario lanza dati anagrafici


Yüklə 31.17 Kb.
tarix26.06.2016
ölçüsü31.17 Kb.
CURRICULUM VITAE

DOTT. MARIO LANZA

DATI ANAGRAFICI

 

Nome:                              Mario


Cognome:                         Lanza
luogo e data di nascita:      Avellino, 14 Ottobre 1980
Residenza:                          Mirabella Eclano (Avellino) via Cupa San Pasquale, 35
Telefono: 333/2187446

Domicilio: Mirabella Eclano (Avellino) via Cupa San Pasquale, 35

stato civile:                         Celibe
posizione militare:               Assolto
E-Mail: lanza.mro@gmail.com
codice fiscale:                     LNZMRA80R14A509B
 

FORMAZIONE SCOLASTICA



  • (1995-1999) Diploma Maturità scientifica conseguito c/o l'istituto Aeclanum di Passo Eclano (AV).




  •  (2000-2006) 9/10/2006 Laurea Specialistica in Scienze Biologiche (indirizzo Biologia Molecolare), Vecchio Ordinamento , presso la facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università di Pisa, conseguita in data 9 Ottobre 2006, votazione:99/110, titolo della tesi (2004-2006): “Analisi dei rapporti fra valori sierici della proteina Osteopontina (OPN, «bone-bridging» Protein) ed attività, erosività e fattori di rischio cardiovascolare nell’ Artrite Reumatoide” svolta presso l’Unità Operativa di Reumatologia, Ospedale Santa Chiara di Pisa. Relatore Chiar.mo Prof Antonio Lucacchini




  • Abilitazione all'esercizio della professione di biologo II sessione 2006




  • Vincitore del concorso, anno accademico 2006/2007, per l’ammissione alla Scuola di Specializzazione in Biochimica e Chimica Clinica presso l’Università degli Studi di Pisa




  • Dal dicembre 2006 a giugno 2011 ha svolto attività di ricerca presso l’Università di Pisa, Dipartimento di Psichiatria, Neurobiologia, Farmacologia e Biotecnologie




  • Settembre 2008: vincitore di una borsa di studio semestrale dal titolo “Ottimizzazione e monitoraggio chimico fisico del processo di zincatura” presso l’Università di Pisa, Dipartimento di Psichiatria, Neurobiologia, Farmacologia e Biotecnologie

  • Da Gennaio 2009 al Giugno 2011 ha svolto attività di Cultore della Materia per il settore disciplinare di Biochimica (BIO/10) presso la Facoltà di Farmacia dell’Università di Pisa.




  • Settembre 2010: vincitore di una borsa di studio semestrale dal titolo “Studio dei modulatori endogeno di origine proteica in patologie reumatiche” presso l’Università di Pisa, Dipartimento di Psichiatria, Neurobiologia, Farmacologia e Biotecnologie




  • Luglio 2011: Specialista in Biochimica Clinica titolo della tesi: ); Inhibitory activity of human lactate dehydrogenase isoform A and B (LDH-A, LDH-B) by new potential anticancer drugs; Advisor Prof. Gino Giannaccini




  • Novembre 2011 abilitazione all’attività di prelievo ematico capillare e venoso conseguito presso  USL 2




  • Da giugno 2012 con scadenza 31 ottobre 2012 contratto a progetto presso ALTERGON Italia s.r.l.




  • Da gennaio 2014 con scadenza 31 dicembre 2014 contratto Chimico Farmaceutico, mansione “Operatore Senior di ricerca” presso ALTERGON Italia s.r.l.




  • Da gennaio 2015 con scadenza 31 Agosto 2015 contratto Chimico Farmaceutico, mansione “Operatore Senior di ricerca” presso ALTERGON Italia s.r.l.




  • Da Settembre 2015 contratto tempo indeterminato Chimico Farmaceutico, mansione “Operatore Senior di ricerca” presso ALTERGON Italia s.r.l.



ESPERIENZE DI RICERCA
L'obiettivo principale della mia tesi di dottore magistrale in Scienze Biologiche, presso l’Università degli studi di Pisa, era di studiare la citochina osteopontina (OPN) e suo possibile ruolo nella rigidità arteriosa e la velocità delle onde aortica- polso (PWV) in pazienti affetti da artrite reumatoide (RA). Da questo studio, abbiamo dimostrato significativamente aumentati livelli plasmatici OPN in pazienti affetti da AR rispetto ai controlli sani o pazienti affetti da sclerosi sistemica. Inoltre, abbiamo rivelato significative correlazioni positive tra concentrazioni OPN e rigidità arteriosa in pazienti affetti da AR, implicando che OPN potrebbe rappresentare una proteina ponte tra infiammazione, danno articolare e rischio cardiovascolare in questi pazienti.

Durante l’iscrizione alla Scuola di Specializzazione in Biochimica Clinica presso l’Università degli studi di Pisa, sono stato principalmente coinvolto nella selezione di nuovi derivati N-hydroxyindole con attività inibitoria sull'enzima lattato deidrogenasi(LDH) per valutare il loro potenziale come nuove potenziali molecole anticancro ed attività anti-proliferativa. Scopriamo una nuova classe di inibitori LDH,verso le isoforme LDH-A e LDH-B, questi inibitori sono stati testati e studiati attraverso un meccanismo di competizione sia per il substrato (Piruvato) e il cofattore (NADH). La valutazione biochimica (studi di cinetica enzimatica) unita con esperimenti basati su cellule per analizzare l'attività anti-proliferativa è stata effettuata in cellule di carcinoma pancreatico che presentano una buona attività soprattutto in condizioni di ipossia. Questi studi sono stati pubblicati e sono attualmente in corso.

Durante la mia permanenza (cinque anni) presso il laboratorio del dipartimento di psichiatria, neurobiologia, farmacologia e biotecnologie (PNPB) dell'Università di Pisa, ho anche partecipato ad altri studi in attuazione a quel tempo: in primo luogo, ho contribuito a realizzare un progetto incentrato sul ruolo della serotonina (5-HT) nell’ obesità, valutando l’affinità del legame e parametri di funzione del trasportatore della 5-HT (SERT) nelle piastrine di soggetti obesi; poi, ho lavorato alla valutazione delle due proteine legate alla neurotrasmissione e al metabolismo cellulare, SERT cholesterol import-benzodiazepine site TSPO (translocator protein), nel cervello e piastrine cavie prive di leptina (ob/ob obese mouse). Ho partecipato alla caratterizzazione del SERT in una linea di cellule megacariocitiche umane (MEG-01) prima e dopo la differenziazione; Ho anche contribuito agli studi ambientali relative al contenuto di metalli pesanti nei suoli e negli alimenti (wild-growing edible macrofungi) mediante spettroscopia di emissione atomica (ICP-OES). Infine, ho parzialmente contribuito ad uno studio incentrato su umano 5-HT6R, un sottotipo di recettori appartenenti alla famiglia dei recettori 5-HT putativamente coinvolto nel controllo del peso del corpo, della psicosi e dell’umore: il recettore è stato localizzato da tecniche di immunoistochimica e studiato attraverso autoradiografia attraverso studi l'associazione studi di binding in diverse regioni del cervello umano post mortem.

Dal giugno 2013 ad oggi ricopro la carica di “senior research operator” presso Altergon Italia SRL, e ho lavorato per circa due anni nel reparto di R & D presso Technogenetics, azienda impegnata nello sviluppo, produzione e commercializzazione di IVD (con metodologia CLIA) .Attualmente sono coinvolto nella messa in funzione di nuovo laboratorio di R&D presso il Dipartimento di Diagnostica Altergon, esperienza altamente stimolante che vede l'interfaccia quotidiana con QA, i dipartimenti di marketing per gli studi e la gestione della documentazione

ESPERIENZE DIDATTICHE

Durante la mia presenza a scuola di specializzazione in biochimica e chimica Clinica dell'Università di Pisa e negli ultimi tre anni (2009-2011) di permanenza presso il laboratorio del dipartimento di PNPB, sono stato anche "Cultore della materia" (esperto sull'oggetto in questione) per il corso accademico in biochimica applicata per studenti presso la facoltà di farmacia. Il mio ruolo era quello di assistere la Prof. Giannaccini nella formazione tecnica degli studenti, per la loro introduzione ai principi fondamentali delle metodologie biochimiche di analisi della proteina

PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE



  • Osteopontin is associated with increased arterial stiffness in Rheumatoid Arthritis.

Bazzichi L, Ghiadoni L, Rossi A, Bernardini M, Lanza M, De Feo F, Giacomelli C, Mencaroni I, Raimo K, Rossi M, Mazzone AM, Taddei S, Bombardieri S.

Mol Med. 2009; Nov-Dec;15(11-12):402-6


  • Human Serotonin Transporter Expression During Megakaryocytic Differentiation of MEG-01 Cells.

Giannaccini G, Betti L, Palego L, Schmid L, Fabbrini L, Pelosini C, Gargini C, Da Valle Y, Lanza M, Marsili A, Maffei M, Santini F, Vitti P, Pinchera A,Lucacchini A. Neurochem Res. 2010 Apr;35(4):628-35





  • Serotonin Transporter (SERT) and Translocator Protein (TSPO) expression in the obese ob/ob mouse

Giannaccini G, Betti L, Palego L, Pirone A, Schmid L, Lanza M, Fabbrini L, Pelosini C, Maffei M, Santini F, Pinchera A, Lucacchini A. BMC Neurosci. 2011;7;12,18.





  • Discovery of N-Hydroxyindole-Based Inhibitors of Human Lactate Dehydrogenase Isoform A (LDH-A) as Starvation Agents against Cancer Cells.

Granchi C, Roy S, Giacomelli C, Macchia M, Tuccinardi T, Martinelli A, Lanza M, Betti L, Giannaccini G, Lucacchini A, Funel N, León LG, Giovannetti E, Peters GJ, Palchaudhuri R, Calvaresi EC, Hergenrother PJ, Minutolo F. J Med Chem. 2011 Feb 18.




  • N-Hydroxyindole-based inhibitors of lactate dehydrogenase against cancer cell proliferation.

Granchi C, Roy S, De Simone A, Salvetti I, Tuccinardi T, Martinelli A, Macchia M, Lanza M, Betti L, Giannaccini G, Lucacchini A, Giovannetti E, Sciarrillo R, Peters GJ, Minutolo F. Eur J Med Chem. 2011 Nov;46(11):5398-407. Epub 2011 Sep 8.





  • Synthesis of sulfonamide-containing N-hydroxyindole-2-carboxylates as inhibitors of human lactate dehydrogenase-isoform 5.

Granchi C, Roy S, Mottinelli M, Nardini E, Campinoti F, Tuccinardi T, Lanza M,Betti L, Giannaccini G, Lucacchini A, Martinelli A, Macchia M, Minutolo F. Bioorg Med Chem Lett. 2011 Oct 17


  • The trace element content of top-soil and wild edible mushroom samples collected in

Tuscany, Italy.
Giannaccini G, Betti L, Palego L, Mascia G, Schmid L, Lanza M, Mela A, Fabbrini

L, Biondi L, Lucacchini A. Environ Monit Assess. 2012 Dec;184(12):7579-95.




  • The expression of platelet serotonin transporter (SERT) in human obesity.

Giannaccini G, Betti L, Palego L, Marsili A, Santini F, Pelosini C, Fabbrini L,

Schmid L, Giusti L, Maffei M, Lanza M, Cristofaro M, Baroni S, Mauri M, Vitti P,

Fierabracci P, Lucacchini A.BMC Neurosci. 2013 Oct 18;14(1):128



TECNICHE ACQUISITE


  • Campionamento di prelievi biologici umani ( sangue, biopsie cutanee e cordoni ombellicali)

  • Trattamento dei campioni biologici, separazione di piastrine, linfomonociti, siero e plasma

  • Estrazione di DNA da vari tessuti biologici

  • Dosaggio ELISA

  • Analisi per la messa a punto della determinazione di macro e microelementi in terreni e campioni biologici tramite ICP-AES

  • caratterizzazione del trasportatore della serotonina e di recettori serotoninergici, adrenergici, recettori per le benzodiazepine di tipo periferico e centrale su membrane ottenute da tessuti umani, da modelli animali e da linee cellulari, mediante tecniche di Binding radioattivo

  • valutazione dell’attività di ligandi di nuova sintesi per tali recettori ed il loro profilo farmacologico agonista/antagonista mediante tecniche di Binding radioattivo

  • valutazione dell’attività di ligandi di nuova sintesi come inibitori di enzimi mediante saggi di cinetica enzimatica

  • determinazione della concentrazione citoplasmatica degli ioni calcio e magnesio in piastrine provenienti da soggetti sani e patologici (fibromialgia e spasmofilia) mediante l’utilizzo di indicatori fluorescenti

  • valutazione di espressione di proteine specifiche e loro modulazione mediante Western Blot

  • tecniche di immunofluorescenza

  • tecniche autoradiografiche per la caratterizzazione di recettori su tessuti umani ed animali

  • colture cellulari (linee cellulari Meg-01, Caco2)

  • coating di antigeni virali mediante utilizzo mi micro-particelle paramagnetiche per immunodosaggi CLIA su strumentazione Zenit RA


COMPETENZE LINGUISTICHE



  • Buona conoscenza dell’inglese scritto e parlato


COMPETENZE INFORMATICHE



  • Buona conoscenza del pacchetto Office, programmi di gestione posta elettronica, navigazione in Internet, Graph Pad Prism


CAPACITÀ E COMPETENZE RELAZIONALI


  • Ottima capacità di lavorare in team acquisita attraverso il lavoro per la preparazione della tesi;

  • Buone capacità di ascolto e empatia;

  • Buone capacità di adattamento alle diverse situazioni (capacità di problem-solving)

 

REFERENCES
Prof. Antonio Lucacchini, director of the Department of Psychiatry, Neurobiology, Pharmacology and Biotechnology and professor of Biochemistry, University of Pisa; Email: lucas@farm.unipi.it
Prof Gino Giannaccini, professor of Applied Biochemistry, Department of Psychiatry, Neurobiology, Pharmacology and Biotechnology, University of Pisa; Email: ggino@farm.unipi.it
Dott.ssa Laura Betti, researcher in Biochemistry, Department of Psychiatry, Neurobiology, Pharmacology and Biotechnology, University of Pisa; Email: laura.betti@farm.unipi.it.


Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003


Verilənlər bazası müəlliflik hüququ ilə müdafiə olunur ©atelim.com 2016
rəhbərliyinə müraciət